2009

Vol. 5

  • p. 111

Nel 1929 il canto del cigno della Benedetti Filme fu Barro Humano, successo di critica e botteghino. Benedetti mise a disposizione del gruppo di giovani della rivista “Cinearte” la sua competenza per la realizzazione di questo film, uno dei migliori del cinema muto brasiliano. La lavorazione fu molto lenta. Cominciò a essere girato il 20 novembre 1927 e fu lanciato il 16 giugno 1929. I testi furono scritti da Alvaro Moreyra (1888-1964) e disegnati da J. Carlos (1884-1950 ). Il film fu esportato in Argentina, dove fu intitolato Los Venenos Sexuales, e anche in Portogallo. Una delle interpreti di Barro Humano è Gracia Morena, nome d’arte di Grazia Strobi Ranger, nata a Genova, figlia di un brasiliano e di una spagnola. Dieci giorni dopo l’uscita di Barro Humano fu lanciato a Rio de Janeiro Broadway Melody, e la data è considerata l’inizio del cinema sonoro in Brasile. Fu un vero tsunami nel mercato delle sale. Tutti volevano i film sincronizzati. Di questa produzione sono registrate le uscite a San Paolo dei film Anedota, Bole Bole, Galo Garnizé, Vamos Falar do Norte, tutti con il Bando de Tangaràs, formato da Almirante, Alvinho, Henrique Brito e …

Anúncios